Esulta Parabiago, è in Serie B

PARABIAGO – Anche nel tennis l’Altomilanese torna a far sentire forte la sua voce, rinverdendo una tradizione che negli ultimi anni sembrava indirizzata ad un lento ma costante torpore. Il merito va ascritto ad una delle associazioni sportive più gloriose del territorio, il Club Tennis Parabiago che nello scorso fine settimana ha conquistato la promozione al campionato nazionale di Serie B.

Al termine di una stagione giocata ad altissimi livelli, il gruppo capitanato da Mattia Ceruti ha messo la ciliegina sulla torta tornando, con la vittoria e la promozione, dai campi del Tennis Club Prato.

Una affermazione netta nel punteggio, 4-0, ma che ha richiesto grande impegno da parte dei tennisti parabiaghesi. Manfred Fellin (2.3) ha battuto Francesco Maestrelli (2.5) 6/3, 6/1,

Jacopo Bartolini (2.4) ha portato il secondo punto superando Stefano Bonechi (2.7) 7/5, 6/3,

Remy Bertola (2.5) ha piazzato il tris con Matteo Materi (2.7) sconfitto con un doppio 6/2,

Leonardo Cassago (2.6) ha colto il punto della vittoria imponendosi al bravo Cosimo Banti (3.1) 4/6, 7/5, 6/3.

Partiti per la Toscana con i favori del pronostico e consapevoli dell’altissina posta in palio, i portacolori del Club Tennis Parabiago, anche chi non è sceso in campo, sono stati bravi a tenere alta la concentrazione, correndo verso il prestigioso risultato, senza voltarsi mai indietro.

I PROTAGONISTI

Hanno contribuito alla promozione di Parabiago in Serie B, citati in stretto ordine alfabetico, Mauro Arnone Compare, Jacopo Bartolini, Remy Bertola, Nicolas Carlone, Leonardo Cassago, Andrea Cattaneo, Mattia Ceruti, Giacomo Crespi, Luca Cozzi, Manfred Fellin, Riccardo Morelli.

PARLA IL PRESIDENTE

A margine della promozione, Mattia Ceruti ha scritto alla squadra consegnando le sue parole ai canali social del club: “Abbiamo iniziato un nuovo progetto sportivo lo scorso anno – si legge – dove i nuovi arrivati si sono mischiati ai parabiaghesi di vecchia data. Abbiamo formato un gruppo eccezionale sotto ogni punto di vista, abbiamo lavorato sodo con un solo obiettivo. Abbiamo fatto un anno praticamente perfetto, lasciando briciole agli avversari e riuscendo sempre a coinvolgere tutto il nostro ambiente. Vedere tutta la squadra al completo, vedere chi ci ha seguito a oltre 300 km di distanza con la speranza di poter festeggiare con noi, vedere che tutto il movimento intorno al nostro circolo ha passato la giornata ad informarsi del nostro risultato, vedere la trionfale accoglienza di parenti e amici a casa, vedere mio figlio gioire come se fosse un componente della squadra, diventa motivo di orgoglio per me e per chi come i miei genitori conduce un ambiente come il nostro, tanto famigliare, tanto accogliente e tanto invidiato. Finalmente le mie sono lacrime di gioia e non di rabbia o di dispiacere. Vorrei abbracciarvi tutti e dirvi “grazie” dal profondo dal cuore … siete fantastici, tutti,d al primo all’ultimo”.

“Da oggi il nostro cammino continua – conclude Ceruti – carichi e ambiziosi come non mai. Volevamo vincere e aBBiamo vinto…”.


Altri articoli Tennis