Treviglio prepara la nuova impresa

TREVIGLIO – Mentre prosegue spasmodica la ricerca del main sponsor, resa necessaria dopo l’uscita di scena della Remer, la Blu Basket Treviglio si concentra anche su una stagione che si preannuncia tutta da vivere.

La nuova Serie A2 se da una parte regalerà più chance di gloria per le squadre più attrezzate (le promozioni saranno 3 anziché 1) dall’altra terrà in apprensione chi cercherà di tenersi stretto il posto nella seconda serie per importanza della pallacanestro maschile italiana: saranno difatti 5 e non solo 2, le retrocessioni.

IL GIRONE

Oltretutto Treviglio, confermata nel Girone Ovest, dovrà lottare con i denti in un girone dove il livello medio si è alzato. Ci sarà il derby con Bergamo, ma verranno messe in calendario anche le sfide con Agrigento, Biella, Casale Monferrato, Capo d’Orlando, Cassino, Latina, Rieti, Eurobasket Roma, Virtus Roma, Scafati, Siena, Tortona, Trapani e Knights Legnano.

IL COACH

Il primo passo verso la certezza di una stagione che non tradirà le attese, il presidente Testa l’ha compiuto confermando Adriano Vertemati nel ruolo di capo allenatore. Il coach, per il quale Legnano era disposta a pagare 16.000 euro per liberarlo dal contratto che lo lega al Treviglio, sarà ancora il condottiero di una squadra che dovrà ricostruire da capo e che lui come sempre, cercherà di plasmare secondo un “credo” dove il duro lavoro in palestra, la massima applicazione e lo spirito di gruppo ricoprono ruoli fondamentali.

IL ROSTER – LE CONFERME

E’ stata l’estate degli addii, quella che ha vissuto Treviglio, in primis quelli di Tommaso Marino e Lele Rossi, l’asse play-pivot che ha fatto esultare il “PalaFacchetti” in mille battaglie. Tra i volti che i tifosi riconosceranno in fretta c’è quello di Andrea Pecchia, giocatore sul quale la società ha deciso di investire anche nel prossimo campionato dopo i più che positivi riscontri della scorsa stagione. Guardia, classe 1997, Pecchia resta a Treviglio, nonostante richieste giunte “dal piano di sopra”, per migliorare statistiche già da applausi: 9.83 punti, 7 rimbalzi 3 assist di media. Per Pecchia (azzurro nella nazionale italiana di 3vs3) è la terza stagione alla Blu Basket.

Dopo una stagione costellata da infortuni e vicissitudini varie è in cerca di riscatto Jacopo Borra, il centro di 215 centimetri e 120 chili nato il 9 maggio del 1990 che ha tanta voglia di dimostrare al pubblico di Treviglio qual è il suo vero livello.

Guardando al futuro ma pensando al presente, Adriano Vertemati continuerà il processo di crescita di Mattia Palumbo, 23 settembre del 2000, play maker di 198 centimetri per 92 chili al quale chiederà di prendere per mano la squadra, e Ursulo D’Almeido, 1 novembre 2001, 200 centimetri per 87 chili che nel ruolo di ala potrà far valere le sue incredibili doti atletiche e tecniche.

IL ROSTER – VOLTI NUOVI

Nuova di zecca sarà la coppia di americani. Nello spot di ala grande-pivot giocherà Jamal Olasewere, da Silver Spring, Maryland, ma d’origine nigeriana. Classe 1991, 201 centimetri per 102 chili, Olasewere si è già visto in Italia con la Virtus Roma e, la scorsa stagione, con Orzinuovi prima e Rieti poi, andando sempre in doppia cifra.

Nel reparto degli esterni, Treviglio conterà su Christopher Roy Chris Roberts, trentanni, 193 centimetri per 92 kg. Nato a Forth Worth, Roberts è un volto conosciuto della pallacanestro italiana perché ha difeso con ottimi risultati le maglie di Caserta, Siena, Fortitudo Bologna, Pistoia e Reggio Calabria.. Fisicità, altruismo e ottimi fondamentali ne fanno un giocatore di primo livello.

In cabina di regia ci sarà anche il giovane talento “made in Italy” Lorenzo Caroti che, pur giovane, ha già dato il suo prezioso contributo alla Viola Reggio Calabria, società dalla quale proviene. Classe 1997 è alto 185 cm e pesa 75 kg. Al suo attivo, Lorenzo Caroti ha anche la convocazione nella nazionale italiana Under 18.

Sotto canestro cercherà di farsi largo un altro giovane di belle speranze: Edoardo Tiberti, classe 1997, 100 chili distribuiti in 205 centimetri. Una “presenza” sotto canestro che a Rimini in Serie B nell’ultimo campionato ha realizzato 10,1 punti e 6.4 rimbalzi di media vincendo anche il premio quale miglior Under 21 del mese di aprile.


Altri articoli Basket