Valore Sportivo

L’Urania può pensare in grande

MILANO – L’appetito vien mangiando… In casa Urania Milano, la più che ottima stagione appena conclusa ha lasciato un dolce sapore in bocca.

Ed è per rivivere “certe emozioni” che i giocatori in “griffe” SuperFlavor si avvicinano al prossimo campionato di Serie B. Ai nastri di partenza della stagione per tutti sarà chiaro che chiunque coltivi un’ambizione dovrà fare i conti con i ragazzi del riconfermatissimo Davide Villa confermato nel ruolo di head coach di Milano.

Ed è partendo dalle riconferme che i “Wildcats” hanno puntato per allestire un roster in grado di riproporsi ai vertici della categoria.

Una delle conferme più attese è quella di Andrea Paelari. Pardon: Il Capitano. Classe 1984, sei stagioni in maglia Urania, riprenderà a guidare la squadra dopo una stagione strepitosa. Nel girone A della Serie B è stato il migliore nella valutazione (23.5), nei rimbalzi (9.5) e nei falli subiti (6.3) essendo il secondo nella percentuale dei tiri totali (55%) e il terzo nella media punti (16.5). E’ rimasto alla Super Flavor con un preciso intento: stavolta, sulla torta di uno stupendo campionato, la “ciliegina” vuole proprio metterla.

Accanto a lui ci sarà ancora Riccardo “Professor” Santolamazza, play che ha distribuito 134 assist (il 4° in tutto il girone A con la terza miglior media, 5 a partita) senza dimenticare le sue triple spesso decisive. Grande professionista in palestra, sarà ancora un prezioso esempio da prendere per tutta la squadra.

Urania ha confermato anche il “Klay Thompson di Lecco” alias Andrea Negri rimasto a Milano e fortemente intenzionato a riproporsi ai massimi livelli come ha fatto nello scorso campionato essendo, tra l’altro, il migliore della lega nel tiro da tre punti col 46,8 per cento.

Dal “KT” lecchese al “tedesco do Terni” il passo è breve: sarà ancora un Wildcat Giacomo Eliantonio, versatile al di là di 206 centimetri che muove con naturale agilità sotto le plance ma non solo (il 31% nel tiro da tre è lì a testimoniarlo…). Molto preciso a canestro si è rivelato spesso il “valore aggiunto” in attacco ed in difesa.

Tra i volti noti per l’appassionata tifoseria della Super Flavor ci sarà quello di Luca Albique, energia allo stato puro al servizio della squadra. Ventuno anni, con i suoi 195 centimetri “Ivan Drago” come viene simpaticamente definito, sarà uno dei due Under della Serie B. L’altro risponde al nome di Riccardo Scroccaro, esterno classe 1997 arrivato l’anno scorso da Desio e che ha saputo diventare un prezioso elemento nelle rotazioni di coach Villa.

E’ rimasto a Milano anche Jacopo Sedazzari, playmaker classe 2000 che si è ritagliato un posto nella mente di coach Villa grazie alla sua encomiabile ed unica dedizione al lavoro ed alla insolita maturità dimostrata in campo.

Squadra che vince non si cambia, è vero, ma se si riesce a rinforzare, tanto meglio. E i “Wildcats” non sono stati con le mani in mano. E’ arrivato a Milano Davide Toffali, classe 1988, monzese, esterno di 196 centimetri che arriva alla corte di coach Villa con il carisma e le capacità adatte per diventare uno dei punti di riferimento della squadra. Di scuola Olimpia, e già convocato in diverse nazionali giovanili, lo scorso anno Toffali ha esordito in Serie A2 con la maglia di Imola.

Arriva dalla Libertas Cernusco, invece, Manuel Riva, guarda, classe 1999, vimercatese di nascita e di estrazione cestistica desiana, alla sua stagione d’esordio in Serie C Gold ha tenuto la media di 7,3 punti a partita superando la doppia cifra in dieci occasioni.

Fisico, atletismo ed una più che buona tecnica sono le “note caratteristiche” di Giorgio Piunti, che l’Urania ha prelevato da Cento. Se il famoso detto “Non c’è il due senza il tre” vale, allora la Super Flavor può iniziare il campionato con i migliori auspici: Piunti è reduce da due promozioni consecutive ottenute con Orzinuovi nel 2017 e Cento nel 2018 con le ragguardevoli medie di 13 punti e quasi otto rimbalzi di media partita.

A gran ritmo, la dirigenza milanese ha firmato per la prossima stagione anche Alexander Simoncelli, classe 1986, 188 cm, play guardia originario di Bussolengo. Un altro vincente (sue due edizioni della Coppa Italia di Serie B con Casalpusterlengo, una di DNA con Castelletto Ticino e lo scorso anno con la maglia del Lago d’Orta eletto anche MVP delle finali) che nelle ultime due stagioni ha guidato Omegna sino alla finale play off.

Il “pericolo pubblico” per tutti i migliori attaccanti della serie, in maglia Super Flavor sarà Andrea Scanzi, il possente trentenne bresciano di Gardone Val Trompia (193 centimetri per 93 chili) che nasce come ala piccola ma che, nella realtà dei fatti, si trova a proprio agio in ogni parte del campo. Arriva da Orzinuovi, squadra con la quale due anni fa ha vinto il campionato di Serie B, restando poi anche l’anno scorso in LegaDue.

Novità anche nello staff tecnico: nel ruolo di assistant coach ci sarà Christian Merani che in passato ha già avuto modo di lavorare con Villa.


Altri articoli Basket