Coppa Bernocchi: cent’anni di emozioni

LEGNANO – Cent’anni e non sentirli… Un secolo di vita eppure la forza e l’entusiasmo di un giovane virgulto. Perché la “Coppa Bernocchi” è questa: una gara ciclistica che come poche altre sa regalare emozioni a tinte forti.

Emozioni che l’Unione Sportiva Legnanese si augura fortissime anche questa domenica, 16 settembre, perché quando la bandiera a scacchi della partenza verrà abbassata, inizierà, per l’appunto, la centesima edizione.

Il glorioso sodalizio sportivo ha fatto ogni cosa per creare la giusta cornice all’evento sportivo: un logo apposito, l’invito rivolto ai migliori professionisti del mondo e, soprattutto, la scelta di strutturare la gara sullo stesso percorso che, nel 1919, vide la disputa della prima edizione, poi vinta da Ruggero Ferrario.

IL PERCORSO

L’altimetria della Coppa Bernocchi

Si partirà alle 11.45 dalla centralissima Piazza San Magno e da quel momento i corridori ripercorreranno, lungo i 194 chilometri e 700 metri previsti, il percorso che fu della prima edizione.

Dopo il via i corridori si dirigeranno verso la parte centrale e più suggestiva della manifestazione: i sei giri del circuito disegnato lungo le strade della Valle Olona: Gornate Olona, Gornate Superiore, Morazzone, Gornate Olona con la salita del Morazzone (1700 metri con pendenza media del 6%) e lo strappo di Gornate (400 metri all’11,3%). Per chi vuole evitare la volata di gruppo è l’occasione per fare il vuoto. Esauriti i sei giri del circuito i corridori si dirigeranno verso Legnano dove è stato ripristinato il circuito cittadino che andrà percorso per tre volte sino a giungere su Viale Toselli dove verrà posto lo striscione d’arrivo.

CHI CORRE

Tra squadre di club e nazionali saranno ventisette le formazioni che si presenteranno al via della centesima edizione della Coppa Bernocchi: Ag2r La Mondiale, Bahrain Merida, Team Sky, Uae Team Emirates, Nazionale Italiana, National Team Suisse, Androni Giocattoli Sidermec, Bardiani Csf, Caja Rural-Seguros Rga, Ccc Sprandi Polkowice, Delko Marseille Provence Ktm, Direct Energie, Fortuneo Samsic, Gazprom Rusvelo, Israel Cycling Academy, Nippo Vini Fantini Europa Ovini, Wb Aqua Protect Veranclassic, Wilier Triestina Selle Italia, Amore & Vita Prodir, Biesse Carrera Gavardo, D’amico Utensilnord, Dimension Data For Qhubeka, Lokosphinx, Mstina Focus, PolartecKometa Team, Team Vorarlberg Santic, Sangemini Mg. K Vis Vega.

In gara tutti i più forti corridori del momento, anche perché la Coppa Bernocchi è uno dei principali appuntamenti che precedono l’ormai prossimo Campionato mondiale di Innsbruck.

DOVE VEDERLA

La centesima edizione della Coppa Bernocchi sarà trasmessain diretta televisiva su Rai Sport e in streaming sulla piattaforma gratuita Rai Play a partire dalle ore 14.30.

OCCHIO AL TRAFFICO

In occasione della disputa della Coppa Bernocchi, per qualche ora cambierà la viabilità di Legnano secondo un piano stabilito con le Forze dell’Ordine che è il seguente.

Dalle 7 alle 12.30: divieto di sosta, eccetto che per i veicoli al seguito della gara, in piazza Europa, largo Tosi e al parcheggio di via Diaz

Dalle 7.30 alle 12.30: divieto di circolazione veicolare in largo Tosi (fino alle 9 potranno transitare i mezzi pubblici), via Crispi, via Verdi e piazza Europa

Dalle 10 alle 17: divieto di sosta, eccetto che per i veicoli al seguito della corsa, in via Cuttica (da viale Gorizia a viale Toselli) e piazza Primo Maggio (in questo caso il divieto entrerà in vigore, per il solo lato asfaltato, il giorno precedente la corsa, alle 15).

Dalle 11 fino al passaggio della corsa: divieto di circolazione veicolare in piazza IV Novembre, corso Italia, piazza Monumento, piazza del Popolo, via Venegoni (da piazza del Popolo a via Genova), piazza Vittorio Veneto, via XX Settembre

Dalle 13 fino al passaggio della corsa: divieto di sosta al parcheggio di via Venegoni 51, via XX Settembre (da via Venegoni a via San Bernardino), via Battisti (da via Saronnese a via Canova), corso Sempione (da via Barlocco a viale Toselli), corso Sempione all’intersezione con via San Francesco d’Assisi

Dalle 15 fino al passaggio della corsa: divieto di circolazione veicolare in via dell’Acquarella, via Rovellini, via Picasso, via Saronnese, via Battisti, via San Francesco d’Assisi, corso Sempione, viale Toselli, via S. M. del Carso, via XX Settembre, via Venegoni, piazza del Popolo, piazza Monumento, corso Italia, via Barlocco.

IL LOGO

Il logo della centesima Coppa Bernocchi

Celebrare cent’anni di un evento sportivo non è cosa che capita tutti i giorni. Ecco perché l’Unione Sportiva Legnanese ha creato un logo “ad hoc” per l’occasione. Come si legge nella pagina creata sul sito internet della società: “Come raccontare tutto questo in un logo? Unendo solennità, solidità e velocità. Un logo che fonde la tradizione con l’attualità. La font utilizzata, austera e storica, si integra al numero dell’edizione, realizzato invece con una font inclinata che richiama dinamicità e velocità. Il logo Coppa Bernocchi non racchiuso nel numero ma fuso all’interno a creare un corpo unico: il passato con il presente. Elemento caratterizzante del marchio è la ruota, a sottolineare l’appartenenza al mondo del ciclismo. Il colore oro sinonimo di valore e solennità, riporta l’attenzione al significato di traguardo e vittoria. Il colore mattone del logo Coppa Bernocchi, riporta al concetto di una costruzione lenta, meticolosa e solida.

L’ALBO D’ORO

Da Ruggero Ferrario a Sonny Colbrelli: ecco la successione cronologica dei 99 eroi della “Coppa Bernocchi. Chi sarà il centesimo?

PRIMA EDIZIONE E ANNI VENTI

1919 Ruggero Ferrario, 1920 Giovanni Tragella, 1921 Angelo Testa, 1922 Libero Ferrario, 1923 Libero Ferrario, 1924 Alfredo Dinale, 1925 Luigi Mainetti, 1926 Giuseppe Pancera, 1927 Giuseppe Pancera, 1928 Carlo Galluzzi, 1929 Allegro Grandi.

ANNI TRENTA

1930 Eugenio Gestri, 1931 Alfredo Bovet, 1932 Alfredo Bovet, 1933 Bruno Negri, 1934 Pietro Rimoldi, 1935 Gino Bartali, 1936 Enrico Mollo, 1937 Francesco Albani, 1938 Cino Cinelli, 1939 Adolfo Leoni.

ANNI QUARANTA

1940 Aldo Bini, 1941 Severino Canavesi, 1942 Glauco Servadei, 1943 non disputata, 1944 Oreste Conte, 1945 Sergio Maggini, 1946 Osvaldo Bailo, 1947 Mario Ricci, 1948 Virgilio Salimbeni, 1949 Mario Ricci.

ANNI CINQUANTA

1950 Fiorenzo Crippa, 1951 Luigi Casola, 1952 Primo Volpi, 1953 Giorgio Albani e Antonio Bevilacqua (pari merito), 1954 Fausto Coppi, 1955 Renato Ponzini, 1956 Vasco Modena, 1957 Rik Van Looy, 1958 Rik Van Looy, 1959 Noè Conti.

ANNI SESSANTA

1960 Giuseppe Fallarini, 1961 Arturo Sabbadin, 1962 Pierino Baffi, 1963 Aldo Moser, 1964 Gianni Motta, 1965 Adriano Durante, 1966 Raffaele Marcoli, 1967 Vittorio Adorni, 1968 Franco Bitossi, 1969 Giacinto Santambrogio.

ANNI SETTANTA

1970 Pietro Guerra, 1971 Virginio Levati, 1972 Marino Basso, 1973 Felice Gimondi, 1974 Francesco Moser, 1975 Enrico Paolini, 1976 Franco Bitossi, 1977 Carmelo Barone, 1978 Giovanni Battaglin, 1979 Valerio Lualdi.

ANNI OTTANTA

1980 Giuseppe Saronni, 1981 Giuseppe Saronni, 1982 Silvano Contini, 1983 Palmiro Masciarelli, 1984 Vittorio Algeri, 1985 Johan van der Velde, 1986 Roberto Gaggioli, 1987 Guido Bontempi, 1988 Guido Bontempi, 1989 Rolf Sørensen.

ANNI NOVANTA

1990 Davide Cassani, 1991 Giorgio Furlan, 1992 Charly Mottet, 1993 Rolf Sørensen, 1994 Bruno Cenghialta, 1995 Stefano Zanini, 1996 Fabio Baldato, 1997 Gianluca Bortolami, 1998 Fabio Sacchi, 1999 Giancarlo Raimondi.

ANNI DUEMILA

2000 Romāns Vainšteins, 2001 Paolo Valoti, 2002 Daniele Nardello, 2003 Sergio Barbero, 2004 Angelo Furlan, 2005 Danilo Napolitano, 2006 Danilo Napolitano, 2007 Danilo Napolitano, 2008 Steven Cummings, 2009 Luca Paolini,2010 Manuel Belletti, 2011 Jaŭhen Hutarovič, 2012 Sacha Modolo, 2013 Sacha Modolo, 2014 Elia Viviani, 2015 Vincenzo Nibali, 2016 Giacomo Nizzolo, 2017 Sonny Colbrelli.


Altri articoli Ciclismo