Gioia Mondiale per Lucrezia Fabretti

MILANO – Nel firmamento del nuoto salvamento, il bagliore della stella di Lucrezia Fabretti è accecante: la fortissima e bravissima atleta della In Sport Rane Rosse è stata l’assoluta protagonista del Campionati Italiani Invernali che si sono svolti a Milano nello fine settimana.

Un exploit dietro l’altro per la diciassettenne romana: su tutti quello “firmato” nella specialità 100 pinne manichino dove ha stabilito il nuovo record del mondo, che già deteneva, scendendo da 51”31 (tempo stabilito ad Adelaide non più tardi di due settimane fa) a 50”43.

Lucrezia Fabretti non si è però fermata qui, mettendosi al collo anche altre due medaglie d’oro: nella prova dei 50 pinne vinta in 19”08 e nel tetrathlon con 72 punti.

Non sono mancate le performance di livello assoluto nella squadra della In Sport Rane Rosse. Nei 200 nuoto con ostacoli Anna Pirovano ha fatto segnare il terzo miglior tempo in 2’10”19. Quinta Sara Ongaro con 2’11’51” che ha poi fatto registrare 29”53 nei 50 nuoto con ostacoli (29”71 per Anna Pirovano). Dal canto suo, Alessia Locchi ha raggiunto 1’18”25 nei 100 percorso misto e 48”23 bei 50 trasporto manichino. Tempi da “top ten” anche per Valeria Cappelletti capace di 1’01”94 nei 100 manichino pinne torpedo, 56”35 nei 100 manichino pinne, 20”24 nei 50 pinne e 29”06 nei 50 trasporto manichino, pinne acqua. Il quadro è completato da Eleonora Zampolini che ha chiuso in scia delle migliori nei 100 manichino pinne (57”51) e nei 50 pinne (31”42).

I maschi della In Sport Rane Rosse hanno “risposto” con il grande risultato firmato da Gabriele Giovanni Vestri, medaglia di bronzo nei 50 pinne conclusi in 17”32. Per lo stesso poliedrico atleta anche 48”77 nei 100 manichino pinne e 29”96 bei 50 trasporto manichino pinne acqua. Bravo anche Luca Sala nei 200 nuoto con ostacoli completati in 2’01”89


Altri articoli Nuoto Salvamento