Antonio Perrino pronto a ripartire

L’attuale Commissario Tecnico dell’Attività Paralimpica in agosto parteciperà ad alcuni tornei della European Disabled Golf Association

La lunga inevitabile attesa finalmente sta per finire: ancora qualche giorno e anche per Tommaso Perrino la tanto attesa “Fase 2” potrà iniziare. Che, nella fattispecie, consentirà al trentaseienne livornese di tornare sui green e coltivare la sua grande ed infitina passione per il gol.

Atleta di spessore internazionale, Tommaso Perrino fu vittima di un incidente stradale che, a causa di una infezione contratta in ospedale durante la riabilitazione gli ha causato una importante limitazione alla funzionalità di una gamba. Un duro colpo che non ha scalfito talento e passione che Perrino ha tenuto ad altissimi livelli, divenendo entro breve tempo uno degli elementi di spicco della classifica mondiale della categoria WR4GD. Una determinazione senza pari, quella messa in campo dal Perrino che gli è valsa anche la nomina al ruolo di Commissario Tecnico dell’Attività Paralimpica. Ora che il tunnel causato dall’emergenza sanitaria sta finalmente per finire, Tommaso Perrino, con la griffe di Cetilar sta preparando il ritorno alle gare. L’attuale numero 5 del ranking mondiale, sempre intento a promuovere il golf tra le persone con disabilità, parteciperà ad una serie di gare del tour promosso dalla EDGA (European Disabled Golf Association) il cui calendario sarà definito nelle prossime settimane.

«Affronto questa nuova e anomala stagione con il solito entusiasmo e tanta voglia di fare bene, continuando sempre a migliorare – ha detto Perrino, che a marzo è stato premiato dalla Regione Toscana con il “Pegaso dello Sport”, riservato agli atleti toscani che nel corso del 2019 si sono distinti a livello internazionale- il supporto di un’azienda come PharmaNutra è chiaramente molto importante, perché mi consente di intensificare ulteriormente gli allenamenti e di focalizzarmi al meglio sugli eventi in calendario. Ho tanti stimoli e il mio nuovo incarico di Commissario Tecnico della Squadra Paralimpica, di cui ringrazio la Federgolf e il Presidente Franco Chimenti, è un ulteriore spinta per fare del mio meglio. A fine agosto dovremmo riprendere con le gare e onestamente non vedo l’ora di poterlo fare».


Altri articoli Golf