Valore Sportivo

RN Legnano, settebello Master

LEGNANO Si è presentato ai blocchi di partenza di tre gare della categoria M25: 50, 100 e 200 metri rana. La piscina era quella di Palermo e l’evento quello dei Campionati Italiani Master di nuoto, che hanno tenuto banco nello scorso fine settimana.

Riccardo Recupero, in questo settore del nuoto in grande espansione, è un atleta di altissimo livello, apprezzato da tutti. Da parte sua, l’alfiere della Rari Nantes Legnano non perde occasione di dimostrarlo ed anche in terra siciliana è stata così: 50 metri in 29”73, oro. 100 metri in 1’06”30, oro. 200 metri in 2’27”70, oro.

L’exploit di Recupero è la “firma in calce” all’ottima prestazione complessiva dei nuotatori della Rari Nantes Legnano che ha messo la ciliegina sulla torta di una stagione ricca di soddisfazioni, salendo per ben sette volte sul podio.

Le quattro mancanti all’appello sono tutto provenienti dal settore femminile: due medaglie sono il bottino di Rita Cusano, M60 campionessa d’Italia nei 100 delfino e medaglia d’argento nei 200. Per lei anche il valore aggiunto di un primato personale. Personal Best anche per Alessandra Robbiati, la M45 che toglie ben 6 secondi dal suo limite dei 200 stile e vince una medaglia d’argento per lei di valore inestimabile come il bronzo vinto nei 50 stile.

Anche senza medaglia al collo, tornano da Palermo con la certezza di essere andati ben oltre i propri limiti anche Barbara Nardin, M25 che nei 400 sl, 800 sl e 200 misti registra tutti i suoi record personali nella scia delle migliori in Italia. Oppure Oliviero Scordamaglia M45 che nelle tre distanze dello stile libero nuota i suoi migliori tempi di stagione elevando ai massimi livelli il valore della sportività. O ancora Giovanni Milotta temerario M55 che i suoi nuovi primati personali li ha ottenuto in acque libere sulla distanza dei 3 e dei 5 chilometri.

Grandi sorrisi per gli atleti della Rari Nantes ma grandi anche quelli dello staff tecnico coordinato dal capo allenatore Stefano Bianchi e composto da Francesca Fassone, Danilo Merlo, Fabio Cozzi e Stefano Sordelli. Soddisfazione condivisa dal presidente Antonio Penati e dal direttore sportivo Michele Cacciapaglia.


Altri articoli Nuoto