Coppa delle Coppe, la nuova frontiera

SEI GIOCATORI DI SERIE A2 FEDERALE SELEZIONATI DA BETTINI E SBOLGI SARANNO I RINFORZI DELLE PARTECIPANTI

Lui ha già detto a chiare lettere che la Lega Dilettanti PallanuotoItalia non starà seduta sul bordo del fiume ad aspettare che arrivino idee e risorse che possano salvare la pallanuoto. Alessandro De Tursi, pur consapevole del rischio di essere considerato alla stregua di Don Chisciotte, ha riacceso già da giorni quel “fuoco imprenditoriale” che, come raccontato solo pochi giorni fa, mette la Lega Dilettanti PallanuotoItalia nelle condizioni di ripartire avendo il turbo innestato.

Motore che va a pieni giri, in perfetto assetto, come dimostra la nuova iniziativa messa in cantiere dalla Lega PNI. Stavolta, però, De Tursi e i suoi preziosissimi collaboratori hanno cercato di spingersi un po’ oltre. Senza mire politiche, sia chiaro, ma con l’unico scopo di far capire, alla pallanuoto italiana, che il tempo delle lagne può veramente finire, in nome di un rilancio che è possibile. A patto, ovviamente, che le idee siano chiare e che le intenzioni siano ben interpretate da tutte le parti in causa, pallanuoto federale in primis.

E’ sulla prossima edizione della Coppa delle Coppe che Alessandro De Tursi e la Lega Dilettanti PNI, hanno messo a fuoco un progetto innovativo. Per capirlo, utilizzando un sistema che il mondo politico ci ha reso quotidiano, abbiamo preparato delle FAQ che, a quanto pare, sono lo strumento migliore per imparare anche a leggere tra le righe.

QUANDO SI TERRA’ LA COPPA DELLE COPPE?

La Lega Dilettanti PallanuotoItalia ha deciso di proporre la seconda edizione della Coppa delle Coppe nell’autunno del 2021. Si giocherà per tre fine settimana ad ottobre al Centro Sportivo Quadri di Treviglio.

CHI PARTECIPERA’ALLA COPPA DELLE COPPE?

Parteciperanno sei squadre, ovvero le vincenti di sei categorie del Campionato Lega PNI 2020-2021. Nella fattispecie Master Lega Pro, Master Serie B, Master Serie C, Under 21, Juniores Serie A e Juniores Serie B.

QUALE SARA’ LA FORMULA DELLA COPPA?

Le sei partecipanti si affronteranno in un girone all’italiana con incontri di sola andata. Quindici partite in tutto.

QUALE SARA’ IL MONTEPREMI DELL’EVENTO?

La Lega Dilettanti Pallanuoto Italia ha previsto un montepremi complessivo di 7200 euro che sarà così suddiviso: la prima classificata si aggiudicherà € 1.700, la seconda € 1.500, la terza € 1.300, la quarta € 1.100, la quinta € 900 e la sesta € 700. In più il Consiglio Direttivo ha messo in preventio un ulteriore budget di 15.000 euro per garantire la presenza di un “rinforzo” a ciascuna delle sei partecipanti.

COSA SI INTENDE PER RINFORZO?

Verranno selezionati sei giocatori partecipanti al campionato federale di Serie A2 maschile ai quali verrà sottoposto un contratto “a gettone”pari a 500 euro ogni partita disputata. In totale ogni giocatore percepirà un compenso di 2500 euro.

CHI SELEZIONERA’ I SEI GIOCATORI?

La Lega PNI ha affidato il compito di selezionare i sei giocatori a due stimati tecnici di comprovata esperienza: Daniele Bettini, allenatore della Pallanuoto Trieste in Serie A1 che è anche il Direttore Tecnico della Scuola Nazionale PNI e Marco Sbolgi, tecnico della Rari Nantes Bogliasco. I giocatori verranno selezionati non solamente pensando alle capacità tecniche ma dovranno garantire anche valori fondamentali per la Lega quali sportività, lealtà e tenacia.

COME VERRANNO ASSEGNATI I GIOCATORI ALLE SEI PARTECIPANTI?

Prima a scegliere sarà la squadra vincente del campionato Juniores Serie B, poi nell’ordine, Juniores Serie A, Under 21, Master Serie C, Master Serie B e Master Lega Pro.


Altri articoli Campionato Lega PallaNuotoItalia