La calottina tricolore si allontana per Novate

CAMOGLI – Polì Novate si trova in questa trasferta ligure nella storica piscina di Camogli con due squadre, Under 16 White e Under 18 Red. Sicuramente il big match di questa giornata è proprio la sfida da Nervi e Novate nella categoria Juniores. Purtroppo, inizia male con la White che perde malamente contro Caronno, partita che poteva facilmente portare a casa grazie all’esperienza delle ragazze, ma che invece si è rivelata assai complicata per via di importanti assenze. Finisce 8-5 per Omnia Sport.

Ci si gode il pomeriggio di sole nell’attesa dell’ultimo scontro che deciderà le sorti per la seconda finalista Under 18. Polì molto tesa ma carica al punto giusto, Nervi più spavalda ma anch’essa non sicura del pronostico, in quanto Novate ha già mostrato le proprie capacità all’andata e negli scontri con Varese. Polì comincia subito nel modo giusto giocando veloce in attacco e compatta in difesa. Si porta in poco tempo in vantaggio con Parise. Nervi non è da meno, ma a metà del primo tempo l’espulsione in sequenza di Minopoli e Parise spiazza la squadra che subisce il gol di Gueli. Con forza i Red riescono a contenere il risultato anche dopo l’espulsione di Fernandez, prima che potessero rientrare il capitano ed il centro vasca. Il primo tempo si chiude in pareggio, così come il secondo dove Polì si riporta in vantaggio grazie ad un rigore trasformato da Minopoli facendosi però raggiungere subito dopo con un gol di Gueli.

Nella ripresa cambia totalmente la partita, Nervi si scatena con Gueli, che con 6 gol in totale, si porta a -2 da Minopoli nella classifica marcatori. Novate soffre, ma non demorde, però il destino gli è avverso, perde Parise per aver commesso 3 falli e subisce anche il rigore per un errore tecnico che Nervi trasforma. La perdita di Parise fa perdere il morale ai Red che chiudono il terzo tempo sotto di 4 reti di Gueli, Madiai e Galletti. Nel quarto tempo Novate torna in gol con Fernandez. Sul 6-3 lo svantaggio poteva essere recuperato ma Genova ha i nervi ben saldi e va a segno altre 4 volte (Galletti, Gherardi, Madiai) di cui un ultimo rigore discutibile per fallo di Zanon.

Onore al merito per la superiorità di Nervi che con la squadra al completo dimostra di non avere rivali candidandosi per una riconferma del secondo scudetto in questa categoria. Per Polì rimane il rammarico di non essere riuscita a dimostrare il proprio valore in questa importante partita, ma resta una squadra giovane e molto temuta dalle avversarie.

Testo e foto Federico Canu


Altri articoli PNI Press