Waterpolo Treviglio U13, la nuova frontiera

Si è alzato il sipario sul nuovo lodevole progetto lanciato dalla Project Sport e dalla Lega Dilettanti PallanuotoItalia

Da una parte la Project Sport società che cura la gestione di impianti d’acqua, dall’altra la Lega Dilettanti PallanuotoItalia che cura l’attività di base. Non stiamo parlando di rivali. Tutt’altro…

Le due strutture si sono sedute attorno ad un tavolo (molto probabilmente del Centro Natatorio Quadri di Treviglio che è di gestione Project Sport e dove la Lega PNI disputa numerose partite di campionato) per dare vita ad un progetto che apre una nuova frontiera nella pallanuoto: dare la possibilità ad un gruppo di ragazzi provenienti dall’attività di base, quella che la Lega PNI cura con dovizia di particolari, di cimentarsi in un campionato federale.

In soldoni: dare una “borsa di studio” al merito sportivo ad alcuni ragazzi, ovvero entrare nella Università della pallanuoto, nella fattispecie il campionato federale.

All’uopo è stata così fondata la Waterpolo Treviglio. I diretti interessati, nel volgere di un battito di ciglia, sono passati dalle parole ai fatti.

Grazie alla collaborazione tecnica di Daniele Bettini, uno dei più apprezzati allenatori della Serie A1 di pallanuoto oggi head coach a Trieste che è anche il Direttore della Scuola Nazionale della PallanuotoItalia, tre allenatori sono stati incaricati di dare un volto al progetto Roberto Munerati (In Sport Polì Novate), Paolo Romanò (In Sport Cesano), Valerio Vecchione (Project Sport).

Obiettivo: selezionare atleti provenienti dall’attività di base per comporre la squadra che si iscriverà all’imminente campionato U13 della Fin.

Sabato scorso, 14 dicembre, si è svolto il primo stage tecnico di allenamento con i giocatori che sono stati convocati dallo staff tecnico. Grande entusiasmo in vasca e sugli spalti del Centro Natatorio “Quadri”. La seduta di allenamento è stata proficua e ha dato modo a Daniele Bettini, giunto appositamente da Trieste, di avere importanti indicazioni che poi metterà a disposizione dei tecnici in maniera da agevolare un esordio che è già attesissimo.

“E’ una grande opportunità di crescita per tecnici e giocatori – dice soddisfatto il presidente della Lega Dilettanti PallanuotoItalia, Alessandro De Tursi – e voglio già ora ringraziare tutte le persone coinvolte per l’entusiasmo e la determinazione garantiti sin da subito al nostro progetto. Una nuova frontiera? Lo speriamo tutti. Permettere a ragazzi che arrivano dall’attività amatoriale di cimentarsi con la pallanuoto che conta porta in scia solo aspetti positivi, come peraltro abbiamo verificato con la nostra Rappresentativa. Il progetto nasce solo ed esclusivamente con queste prerogative. Partiamo con l’Under 13, verificheremo punti di forza e non del progetto e poi capiremo quale sarà la strada da percorrere con la Waterpolo Treviglio”.

Al primo “storico” allenamento hanno preso parte i ragazzi Alessandro Bettini (2008), Massimiliano De Sabato (2008), Alessandro Girola (2007), Matteo Pallavicini (2007), Alex Zaknoun (2008) della In Sport Cesano Maderno, Gabriele Addati (2007), Lorenzo Brunetti (2008), Leonardo Conta (2007), Nicolò D’Urso (2008), Nicolò Ghidoni (2008), Michael Lampugnano (2008), Sergio Lorenzotti (2009), Giorgio Mirani (2009), Luca Ottini (2009), Edoardo Placeres (2009) della In Sport Polì Novate, Giacomo Spelta (2009) della Pallanuoto Barzanò, Michele Giovanni Ardito (2007), Davide Bruno (2007) del Team Lombardia Rho.


Altri articoli Pallanuoto